Accordo tra le regioni del Nord per uno sviluppo territoriale sostenibile

Un patto per definire le politiche comuni in campo urbanistico e di pianificazione territoriale. Al centro dell’accordo, siglato a Genova dagli assessori e i rappresentati delle province della Liguria, dell’Emilia Romagna, del Friuli Venezia Giulia, della Lombardia, del Piemonte, della Valle d’Aosta, del Veneto e della provincia autonoma di Bolzano, tutela del paesaggio e del […]

Un patto per definire le politiche comuni in campo urbanistico e di pianificazione territoriale. Al centro dell’accordo, siglato a Genova dagli assessori e i rappresentati delle province della Liguria, dell’Emilia Romagna, del Friuli Venezia Giulia, della Lombardia, del Piemonte, della Valle d’Aosta, del Veneto e della provincia autonoma di Bolzano, tutela del paesaggio e del territorio, sviluppo infrastrutturale, federalismo demaniale e semplificazione del rapporto con l’amministrazione centrale.

Il documento, che prevede anche norme comuni antinquinamento, servirà a procedere verso uno sviluppo sostenibile pensato e progettato tenendo conto delle esigenze e delle particolarità della macro regione Padano Alpina Marittima.

“La formazione di un tavolo interregionale politico -spiega la vicepresidente della Regione Liguria Marylin Fusco- nasce dall’esigenza di trovare sinergie comuni e punti di condivisione nelle politiche strategiche da attuare sul territorio insieme con le altre Regioni. Credo che in un momento in cui il federalismo è alle porte, non si possa più parlare solo di confini amministrativi ma di macro-regioni come questa, dove tutte le scelte fatte avranno implicazioni sul territorio per far sì che il federalismo sia attuato davvero”.

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti