Sisma 2012 in Emilia: l’intervento di miglioramento dell’Oratorio del Sacro Cuore di Moglia

Un focus sulle malte e i sistemi di rinforzo strutturale scelti per garantire durabilità in varie condizioni climatiche e la continua traspirabilità delle zone oggetto di intervento

In seguito al sisma del maggio 2012 la Chiesetta Oratorio pertinente al plesso RSA casa di riposo Fondazione “P. Sissa” ha subito diversi danni. Il progettista che si è occupato del miglioramento sismico dell’edificio, a seguito di analisi svolte tramite un software ad elementi finiti, ha riscontrato un meccanismo di rotazione della torre campanaria, in corrispondenza del distacco tra la muratura del corpo principale e la parte libera della torre, un principio di ribaltamento fuori dal piano della facciata principale e un quadro fessurativo diffuso a partire dagli spigoli delle aperture e diffuso in senso obliquo.

Al fine di migliorare l’ammorsamento tra le pareti è stata realizzata la cerchiatura completa dell’edificio in sommità delle facciate esterne e il rinforzo del timpano in mancanza di cordoli in c.a. con sistema FRP monodirezionale, prevedendo opportune smussature degli spigoli per evitare la concentrazione delle tensioni e connessione con fiocchi in corrispondenza delle lesene. Inoltre in corrispondenza delle fessure è stato applicato il tessuto bidirezionale disposto a cavallo delle fessure.

Ruredil_Oratorio_Sacro_Cuore_Moglia

La scelta delle malte e del sistema Ruredil X Mesh C10 è stata presa tenendo conto della necessità di garantire, oltre alle prestazioni meccaniche e di resistenza, la durabilità dell’intervento al variare delle condizioni climatiche nonché la continua traspirabilità delle zone oggetto di intervento.

Ruredil X Mesh C10 è un composito strutturale costituito da una rete di carbonio che funge da rinforzo continuo e da una matrice inorganica pozzolanica stabilizzata (M25), studiata per rendere solidale la rete al supporto in muratura. Ruredil X Mesh C10 è un sistema brevettato che introduce un’innovazione mondiale nel campo dei sistemi di rinforzo strutturale a base di fibre ad alte prestazioni, quali il carbonio, il kevlar, il vetro, ecc., genericamente denominati FRP. Questi ultimi compositi impiegano come legante una matrice organica (resina epossidica o poliestere) per garantire l’adesione al supporto.

Ruredil X Mesh C10 è un Fiber Reinforced Cementitious Matrix che, a differenza degli FRP a base di resina epossidica, impiega una matrice inorganica costituita da un legante idraulico pozzolanico perfettamente compatibile sotto il profilo chimico, fisico e meccanico con il supporto di muratura.

Specifiche Tecniche

Progettista: Ing. Angelo Novara

Materiali:

Ruredil X Wrap 310 Ruredil

Ruredil X Mesh C10 Ruredil + Ruredil X Mesh M25

Ruredil X Joint fi 10 e fi 12 + Ruredil X Joint Inject

Anno 2014

Per saperne di più, scarica le schede tecniche dei prodotti, disponibili qui di seguito.

Scarica il file  

Scarica gratuitamente il file previa registrazione

Scarica il file  

Scarica gratuitamente il file previa registrazione

Scarica il file  

Scarica gratuitamente il file previa registrazione

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti