Recuperare con l'acciaio

Le operazioni di recupero dell’esistente in ambito urbano necessitano quasi sempre di particolari sistemazioni per collocare le installazioni di cantiere che comprendono uffici, bagni, spogliatoi e sale riunioni. A seconda della natura del sito, degli spazi ridotti o della semplice mancanza di spazio sulla strada, le imprese sono obbligate a mettere a punto soluzioni “sospese” […]

Le operazioni di recupero dell’esistente in ambito urbano necessitano quasi sempre di particolari sistemazioni per collocare le installazioni di cantiere che comprendono uffici, bagni, spogliatoi e sale riunioni. A seconda della natura del sito, degli spazi ridotti o della semplice mancanza di spazio sulla strada, le imprese sono obbligate a mettere a punto soluzioni “sospese” che non devono ostacolare lo svolgimento del cantiere, né turbare il traffico urbano. 

Basata su una struttura a travi e colonne, studiata come una mensola su cui sono collocate le baracche di cantiere, questa costruzione è realizzata in acciaio. Leggera e facile da costruire, tale struttura temporanea è caratterizzate da una elevata flessibilità, dal momento che può essere posizionata, a scelta, in un’area riservata del cantiere, o ai lati di quest’ultimo sulla pubblica via, rivelandosi adatta anche per permettere la continuazione della circolazione a livello stradale. Questa struttura è realizzata senza fondamenta ovvero tramite posa diretta, a terra o sulla carreggiata, di blocchi di zavorra aventi un peso sufficientemente leggero per non danneggiare la carreggiata pur garantendo la stabilità della struttura. Una volta terminato il cantiere, a seconda delle caratteristiche dell’installazione di cantiere, essa può essere riutilizzata per un altro cantiere o venduta come rottame per essere riciclata. 

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti