Ca' Corner della Regina restaurata dalla Fondazione Prada

Ca’ Corner della Regina, perfetto esempio di palazzo barocco (1724) affacciato sul Canal Grande, sarà restaurato, in sei anni, grazie alla collaborazione tra la Fondazione Musei Civici di Venezia e la Fondazione Prada. Il programma di restauro del palazzo, di proprietà del Comune di Venezia, nasce da un accordo tra la Fondazione Musei civici di […]

Ca’ Corner della Regina, perfetto esempio di palazzo barocco (1724) affacciato sul Canal Grande, sarà restaurato, in sei anni, grazie alla collaborazione tra la Fondazione Musei Civici di Venezia e la Fondazione Prada.

Il programma di restauro del palazzo, di proprietà del Comune di Venezia, nasce da un accordo tra la Fondazione Musei civici di Venezia che ne è usufruttuaria, e la Fondazione Prada, che deterrà poi la gestione dell’immobile per almeno sei anni sulla base di un progetto culturale condiviso che promuoverà attività espositive, di ricerca e di studio volte all’approfondimento dei linguaggi artistici contemporanei e non solo.

Il programma, rispettoso dei vincoli di legge relativi agli edifici di rilevante valore storico artistico si attuerà in sei anni, con l’intesa di rinnovo per altri sei e sarà articolato in tre fasi di intervento. La prima, elaborata di comune accordo, prevede sostanzialmente interventi di messa in sicurezza delle superfici di pregio artistico e architettonico, il rilievo di tutte le parti impiantistiche incoerenti, la manutenzione dei serramenti, l’eliminazione dei materiali di scarto e il recupero degli spazi destinati a uffici e servizi. Tali lavori consentiranno l’apertura parziale del palazzo a fine maggio, mentre le fasi successive sono in corso di progettazione.

Miuccia Prada e Patrizio Bertelli, Presidenti della Fondazione Prada spiegano: ”Siamo felici di raccogliere l’impegnativa sfida per riqualificare lo straordinario palazzo di Ca’ Corner della Regina, nel totale rispetto della sua storia, e con l’ambizione di offrire alla città di Venezia e non solo, una programmazione stimolante e importante sul piano delle arti per tutta la durata del nostro mandato”. Aggiunge Walter Hartsarich, Presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia: ”Ringrazio vivamente la Fondazione Prada per avere sposato le esigenze d’integrazione culturale della città e della nostra Fondazione completando il variegato mosaico delle strutture museali veneziane con l’apertura di un nuovo spazio dedicato alla cultura contemporanea”.

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti