La mappa dei cantieri di Italia Sicura è in continuo aggiornamento

Come stanno procedendo i cantieri di Italia Sicura? Una sintesi dei contenuti del progetto.Intanto torna la preoccupazione in materia di dissesto idrogeologico dopo la colata di Bussoleno (TO)

Consultazione Mappe Cantieri Italia Sicura: individuazione degli interventi per ciascuna regione, ad esempio Liguria

A pochi giorni dalla colata di fango di Bussoleno (TO) l’attenzione sul nostro territorio in tema di prevenzione al dissesto resta vivo.

A questo proposito abbiamo consultato il sito di Italia Sicura in merito ai cantieri attivi, quelli conclusi e quelli in corso. Il sito di “#italiasicura mette a disposizione di tutti i cittadini il quadro sempre aggiornato degli interventi messi in campo dal Governo per contrastare il dissesto idrogeologico. Ogni cantiere è rappresentato geograficamente nel contesto della pericolosità del luogo, anche con efficaci indici di rischio. Insieme alle opere per la mitigazione del rischio idrogeologico c’è anche il quadro delle emergenze idrogeologiche per le quali il Consiglio dei Ministri ha dichiarato lo stato di emergenza. Si tratta di due rappresentazioni diverse: gli interventi si riferiscono a cosa il Governo fa per la prevenzione del rischio idrogeologico con azioni strutturali programmate su base pluriennale, mentre le emergenze descrivono cosa viene messo in campo dal Governo per fronteggiare calamità particolarmente gravi“.

Consultazione Mappe Cantieri Italia Sicura: individuazione delle segnalazioni regione per regione e annessa richiesta economica

Consultazione Mappe Cantieri Italia Sicura: individuazione delle segnalazioni regione per regione e annessa richiesta economica

Al momento il sito è in fase di aggiornamento ma quali informazioni si posso estrapolare?

Sulla carta d’Italia sono segnalati tutti gli interventi per la difesa del suolo e la mitigazione del rischio idrogeologico raccolti dal repertorio nazionale ReNDiS di ISPRA . Lo sfondo è costituito dal mosaico delle mappe delle aree a pericolosità da alluvione, mentre si sta lavorando per rendere disponibile la mappa delle aree con pericolosità da frane che sarà presto online. La cartografia offre 5 livelli successivi di interrogazione, Italia, regione, città metropolitane, comune e località. Nel box di testo è possibile consultare le informazioni di sintesi relative alla pericolosità e agli indici di rischio relativi all’entità territoriale considerata. Se invece si seleziona uno specifico intervento si accede a tutte le informazioni disponibili sull’opera selezionata: assegnazione lavori, tempi di realizzazione, costi e procedure amministrative espletate“.

Tra le informazioni estrapolabili vi è:

Consultazione Mappe Cantieri Italia Sicura: scheda di Sintesi distinta tra cantieri conclusi ed in corso. Gli istogrammi possono essere rappresentati in funzione dell'importo di intervento distinto per provincia

Consultazione Mappe Cantieri Italia Sicura: scheda di Sintesi distinta tra cantieri conclusi ed in corso. Gli istogrammi possono essere rappresentati in funzione dell’importo di intervento distinto per Regione/Provincia o Aree Metropolitane/Comuni

  1. Le icone gialle indicano la collocazione dei maggiori interventi previsti dal piano stralcio per la messa in sicurezza delle aree metropolitane e per quelle a rischio più elevato la cui rapida cantierabilità è concretamente accertata. Ad alcune di queste icone corrispondono già dei cantieri attivi come per il Bisagno a Genova e il Lambro a Milano.
  2. La sezione “Sintesi” raccoglie alcuni indici che riguardano gli interventi, la pericolosità e il rischio da alluvione e le emergenze. I dati vengono presentati aggregandoli per regioni, città metropolitane e comuni. Le tabelle riportano, in forma grafica e numerica, i 20 enti con i valori più alti. Nella consultazione è utile ricordare che si tratta di dati provenienti da contesti diversi e talvolta frutto di elaborazioni svolte con metodologie diverse. Il confronto ha un valore soprattutto indicativo e di ausilio nella navigazione della mappa. Inoltre c’è da considerare che i dati di probabilità di alluvione sono in continuo aggiornamento.
  3. I dati e le mappe sono scaricabili.

Sara Frumento

È autrice di “Il rischio idrogeologico in Italia. Guida pratica – Cause del dissesto – Strumenti e tipologie di intervento”, coautrice di “Analisi sismica delle strutture murarie” e “Interpretation of experimental shear test of clay brick masonry walls and evaluation of q-factor for seismic design”. Dal 2014 collabora con le riviste web ingegneri.info, geometra.info ed architetto.info. Dal 2016 è Tecnico rilevatore per l’agibilità post sismica degli edifici ordinari e Consigliere del direttivo nazionale di SIGEA.

Archivio Articoli

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti