Una nuova piazza per Milano, intitolata a Gae Aulenti

Venerdì 7 dicembre è stata consegnata alla Città di Milano la nuova Piazza di Porta Nuova Garibaldi progettata dall’architetto argentino Cesar Pelli insieme allo studio italiano Land, intitolata a Gae Aulenti, scomparsa il 1° novembre scorso. “Una nuova piazza per Milano e la Lombardia significa un nuovo luogo di aggregazione per la città. La piazza […]

Venerdì 7 dicembre è stata consegnata alla Città di Milano la nuova Piazza di Porta Nuova Garibaldi progettata dall’architetto argentino Cesar Pelli insieme allo studio italiano Land, intitolata a Gae Aulenti, scomparsa il 1° novembre scorso.

“Una nuova piazza per Milano e la Lombardia significa un nuovo luogo di aggregazione per la città. La piazza sarà sede di attività commerciali ed economiche, simbolo della forte propensione del nostro territorio all’eccellenza in campo commerciale e finanziario”. Lo ha detto l’assessore al Commercio, Turismo e Servizi della Regione Lombardia Giovanni Bozzetti intervenuto all’inaugurazione della piazza.

Con una superficie di 2.300 metri quadrati e un diametro di 80 metri, la piazza, sopraelevata di sei metri rispetto alla base della città, è protetta da pensiline in ferro, legno e vetro, con pannelli fotovoltaici che forniscono energia alle torri che la circondano e arricchita da tre fontane circolari che la ricoprono con un velo d’acqua e da una panchina scultura di 105 metri.

Dal 16 novembre scorso la piazza ospita la prima opera urbana di Alberto Garutti, composta da 23 tubi in metallo cromato ottone che si sviluppano su quattro livelli, dai piani del parcheggio a quelli superiori. Attraverso ciascun elemento è possibile, appoggiando l’orecchio sull’apertura, ascoltare suoni e parole provenienti dall’altro capo del tubo, posizionato in un altro punto dell’edificio.

Il progetto della piazza Gae Aulenti si inserisce nel più ampio piano di riqualificazione dell’area Garibaldi-Isola che coinvolge complessivamente un’area di circa 300.000 metri quadri, con termine dei lavori previsto per il 2014.

Sempre nei giorni scorsi la giunta comunale ha deciso di intitolare una seconda opera dell’area Garibaldi-Repubblica alla memoria di un’altra grande donna del nostro tempo: la giornalista russa Anna Politkovskaja, assassinata a Mosca il 7 ottobre del 2006, sarà ricordata nel giardino tra corso Como, via Vincenzo Capelli e viale Don Sturzo.

 {GALLERY}

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti