Il design autoprodotto protagonista a Torino

Forte del successo ottenuto nel corso della prima edizione e del crescente dibattito attorno ai fenomeni di autoproduzione, Operae torna a proporre al pubblico lo stato dell’arte di questa “energia creativa non organizzata”, come la definisce Alessandro Mendini. Protagonista della manifestazione è infatti un genere di design in cui il progetto di oggetti si arricchisce […]

Forte del successo ottenuto nel corso della prima edizione e del crescente dibattito attorno ai fenomeni di autoproduzione, Operae torna a proporre al pubblico lo stato dell’arte di questa “energia creativa non organizzata”, come la definisce Alessandro Mendini.

Protagonista della manifestazione è infatti un genere di design in cui il progetto di oggetti si arricchisce di valenze come la ricerca visiva, la sperimentazione dei materiali e l’uso di tecniche di produzione artigianali antiche o totalmente innovative.

La mostra-mercato, che si svolge dal 4 al 6 novembre a Torino, offre a designer nazionali e internazionali, studi e giovani progettisti la possibilità di esporre e vendere direttamente al pubblico i propri prodotti.

Il centro della città diventa quindi la suggestiva sede di un vero e proprio marketplace diffuso in cui esporre prodotti appartenenti a diverse categorie merceologiche. Un’opportunità per i giovani artisti di incontrare  il pubblico, ma anche i distributori e la stampa. La domanda di ammissione è reperibile online sul sito:

O.O.

{GALLERY}

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti