Gli architetti sul crollo delle due palazzine a Palermo

È di quattro vittime e sette feriti il bilancio del crollo delle due palazzine di via Bagolino a Palermo, nella zona dei cantieri navali, avvenuto lunedì sera, sul quale la Procura ha aperto un’indagine per disastro colposo. Tra le possibili cause del cedimento strutturale, alcuni inquilini indicano infatti la recente costruzione di un piano abusivo. […]

È di quattro vittime e sette feriti il bilancio del crollo delle due palazzine di via Bagolino a Palermo, nella zona dei cantieri navali, avvenuto lunedì sera, sul quale la Procura ha aperto un’indagine per disastro colposo. Tra le possibili cause del cedimento strutturale, alcuni inquilini indicano infatti la recente costruzione di un piano abusivo. La sopraelevazione sarebbe stata realizzata meno di un anno fa in cima a uno dei due edifici, originalmente di tre piani.

Sul crollo di Palermo è intervenuto anche il Consiglio nazionale degli architetti, ribadendo come la “messa a norma e in sicurezza non possa più essere rinviata, così come il varo di nuove e stringenti norme che impediscano che si realizzino piccoli o grandi abusi edilizi come quello perpetrato in questa circostanza”.

In questo senso il Cnappc ritiene “incredibile che il Piano Clini, che intendeva intervenire con iniziative concrete contro il dissesto idrogeologico del Paese, sia stato di fatto affossato. Piano che avrebbe potuto far partire una serie di misure di salvaguardia immediatamente operative e di vietare, per esempio, di costruire in aree ad alto rischio idrogeologico”.

“Da sempre gli architetti italiani insistono sul fatto che serve ottimizzare le risorse e individuare iniziative e progetti specifici per garantire la sicurezza dell’abitare e dell’ambiente, promuovendo politiche di rilancio delle città e dei territori. Un accordo e un progetto in tal senso, denominato Urban Pro, che vede il coinvolgimento dell’Ance, associazione dei costruttori edili, di ConfCommercio e di UnionCamere viene presentato a Roma proprio oggi”.

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti