Ingegneria, cresce il numero delle assunzioni secondo il CNI

Pubblicati i risultati di uno studio Fondazione CNI-ANPAL Servizi: nel primo semestre 2018 ben 37 mila ingegneri hanno trovato lavoro, un quarto solo nella provincia di Milano

È sempre più boom assunzioni per gli ingegneri. I dati relativi al primo semestre 2018, pubblicati dall’Osservatorio sulla domanda di professioni ingegneristiche – uno studio realizzato grazie alla collaborazione tra Fondazione CNI e ANPAL Servizi – dicono che hanno trovato lavoro quasi 37 mila profili attinenti alle professioni ingegneristiche, oltre la metà dei quali per mansioni relative all’area informatica.

La rinascita del civile

Tra i vari dati, spicca sicuramente il numero delle assunzioni nel ramo civile, ben 2.234: un risultato che “che fa ben sperare per una fase più favorevole a questa tipologia di ingegneri, la più colpita dalla crisi degli ultimi anni”, hanno commentato i vertici del Consiglio Nazionale degli Ingegneri. Assunzioni al top nel primo semestre 2018 anche per altre categorie di ingegneri, soprattutto energetici e meccanici (circa 3.500 assunzioni). In circa il 46% dei casi è stata offerta una assunzione a tempo indeterminato, il 61% degli assunti ha un’età inferiore ai 35 anni e il 77% è composto da uomini. Da un punto di vista geografico, circa un quarto delle assunzioni è stato effettuato nella sola provincia di Milano. Seguono Roma con 4.500 assunzioni e Torino con poco meno di 2.500.

In una fase in cui la disoccupazione tra i giovani con età compresa tra i 25 e i 34 anni si aggira in Italia intorno al 17% – si legge in una nota del CNI – occorre sottolineare che quasi il 62% delle assunzioni di profili ingegneristici ha riguardato giovani under 35 e che nel 35% dei casi è stato offerto un contratto a tempo indeterminato. Resta tuttavia consistente il ricorso alle forme contrattuali più flessibili (anche perché più convenienti per i datori di lavoro): il 23,1% sta svolgendo un tirocinio e un ulteriore 18,3% è stato assunto con un contratto di apprendistato”.

Ingegneria, l’apprezzamento dei giovani

Del resto, sono proprio i giovani i primi a credere nelle prospettive occupazionali che pare garantire la laurea in ingegneria. Come aveva certificato il recente rapporto redatto dal Centro Studi del Consiglio Nazionale Ingegneri, nel 2017 il numero di laureati in ingegneria è aumentato nel 2017 del 7% rispetto al 2016: 47.413 (contro i 44.336 del 2016), pari a circa il 15% del totale laureati del 2017. Come sottolinea Giuseppe Margiotta, Presidente del Centro Studi CNI, “L’incremento dei nostri laureati è determinato in buona parte dall’aumento dei laureati nei settori informatico e industriale. In questo senso il nostro sistema ordinistico si è già organizzato al fine di fornire a questi neo ingegneri una serie di servizi in termini di certificazione delle competenze e opportunità professionali”.

Del totale dei laureati in ingegneria, quasi 26 mila sono quelli di primo livello e circa la metà di essi è concentrata nella classe L-9 Ingegneria industriale. Il 22,5% dei laureati di primo livello si colloca nel settore civile ed ambientale, che, al contrario, costituisce la componente più numerosa tra i laureati magistrali: 7.557, pari al 34,9% del totale. In questo caso giocano un ruolo molto importante i laureati della classe di laurea magistrale a ciclo unico LMCU-4 Ingegneria edile-Architettura che, dopo Ingegneria meccanica, costituisce la classe di laurea magistrale con il maggior numero di laureati.

Roberto Di Sanzo

44 anni, è un giornalista free lance da oltre vent'anni attivo su tematiche legate al mondo dei professionisti ed in particolare degli ingegneri. Ha scritto di materie economiche per numerosi quotidiani, è anche Vice Presidente dell'ordine dei Giornalisti della Lombardia ed è stato responsabile degli uffici stampa di diversi enti regionali.

Archivio Articoli

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti