Vulnerabilità sismica: i servizi di Bureau Veritas

L’OPCM 3274/2003 prevede l’accertamento dello stato di sicurezza degli edifici esistenti: Bureau Veritas Italia fornisce tutti mezzi per un'esatta valutazione della vulnerabilità sismica

Com’è noto la vulnerabilità sismica e il rischio sismico sono due fattori strettamente connessi, che soprattuto negli utlimi decenni stanno particolarmente interessando tutto il paese italiano.

Se il rischio sismico è un elemento di costanti studi predittivi, che consentono di mappare il territorio al fine di stilare indicatori di pericolosità, la vulnerabilità sismica riguarda un livello d’indagine sul costruito, che si presenti particolarmente esposto a queste pericolosità, e un accertamento sul costruendo affinché si valutino e contengano possibili esposizioni. Per ottenere una bassa vulnerabilità la normativa vigente impone il rispetto di criteri antisismici, richiedendo che le strutture manifestino una risposta duttile alla sollecitazione tellurica. La predisposizione di una costruzione a subire danneggiamenti e crolli è quindi un tema particolarmente sentito in Italia.

I numerosi danni riscontrati in occasione degli ultimi eventi sismici hanno posto l’attenzione sugli insufficienti standard di sicurezza degli immobili esistenti rispetto a quelli attualmente prescritti dalle Norme tecniche sulla progettazione e la realizzazione di opere. In questo contesto, la normativa è stata progressivamente aggiornata in termini più stringenti e l’Ordinanza del persidente del Consiglio dei ministri 3274/2003 ha introdotto l’obbligo di una valutazione dello stato di sicurezza sismica che coinvolge, di fatto, la gran parte delle opere esistenti.

Il contesto normativo per la sicurezza sismica

L’OPCM 3274/2003 prevede l’avvio di una valutazione dello stato di sicurezza nei confronti dell’azione sismica, da effettuarsi nei 5 anni successivi all’emanazione dell’ordinanza, termine prorogato al 31/03/2013 dalla Legge di Stabilità 228/2012 – comma 421 Articolo Unico.

La valutazione dello stato di sicurezza interessa:

  • edifici di interesse strategico e opere infrastrutturali la cui funzionalità assume rilievo fondamentale per le finalità di protezione civile;
  • edifici e opere infrastrutturali che possono assumere rilevanza in relazione alle conseguenze di un eventuale collasso.

Le singole Regioni individuano con delibera le tipologie di opere di propria competenza che presentano le caratteristiche indicate. L’OPCM 3274/2003 ha rivoluzionato l’assetto normativo preesistente che classificava il territorio in 4 categorie di pericolosità sismica crescente, una delle quali (NC) senza rischio sismico.

La normativa vigente, invece, ha classificato tutto il territorio nazionale come sismico, suddividendolo in 4 zone caratterizzate da pericolosità sismica decrescente:

  • Zona 1 – Possono verificarsi terremoti fortissimi
  • Zona 2 – Possono verificarsi forti terremoti
  • Zona 3 – Possono verificarsi forti terremoti ma rari
  • Zona 4 – Possono verificarsi terremoti rari

Di fatto, l’OPCM 3274/2003 cancella la classificazione NC, valutando, per ciascun comune italiano, il rischio sismico specifico.

Bureau Veritas Italia, azienda internazionale di ispezione, verifica di conformità e certificazione, accreditata UNI CEI EN ISO/IEC 17020 da Accredia con certificato 006E, come Organismo di Ispezione di tipo A,  propone un servizio di Verifica della Vunerabilità Sismica conforme a quanto prescritto dalla normativa vigente (OPCM 3274/2003 e Decreto del capo Dipartimento della Protezione civile 3685/2003) declinato in forma modulare secondo la classificazione in Livelli 0, 1, 2 descritta dalla normativa. La normativa, infatti, definisce tre livelli di acquisizione dei dati e di verifica, da utilizzare in funzione del livello di priorità e delle caratteristiche dell’opera in esame. Il primo livello (Livello 0) prevede l’acquisizione di dati generali sull’Opera, ha carattere di rilevazione statistica e si applica a tutte le tipologie di Opera. I livelli successivi (Livello 1 e Livello 2) si applicano alle opere strategiche o rilevanti e prevedono una verifica sismica propriamente detta.

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti