L’ingegneria italiana per il sistema idrico nella Striscia di Gaza

Lotti Ingegneria si è aggiudicata due importanti consulenze per la Palestinian Water Authority: riguardano i lavori per il miglioramento del sistema di approvvigionamento idrico nella Striscia

L’ingegneria italiana arriva in Palestina: è stata annunciata adesso l’aggiudicazione da parte di Lotti Ingegneria, a dicembre 2015, di due importanti contratti di consulenza nell’ambito del progetto di attuazione delle opere relative al Sistema di approvvigionamento idrico e di distribuzione, complementari all’impianto di desalinizzazione a servizio della Striscia di Gaza.

Cliente è la Palestinian Water Authority, mentre a finanziare è la Banca mondiale (IDA-International Development Association). Le due consulenze riguardano: progettazione, preparazione dei documenti di gara e assistenza al cliente per la valutazione delle offerte presentate dalle imprese esecutrici, per una durata di 18 mesi; direzione dei lavori, per una durata di 36 mesi.

Il nuovo sistema sarà alimentato, per una parte significativa, dall’impianto di desalinizzazione che fornirà una portata media annua pari a 55 MCM, il cui progetto – finanziato dalla BEI – è in fase di completamento.

L’obiettivo del progetto è quello di fornire i servizi di consulenza atti a migliorare il sistema di approvvigionamento idrico nella Striscia di Gaza, attraverso un’efficiente miscelazione dell’acqua desalinizzata con le acque di falda disponibili, garantendo al tempo stesso la sostenibilità tecnica e finanziaria di tale operazione, sviluppando un piano per la riduzione delle perdite idriche e dell’acqua attualmente non contabilizzata e redigendo un piano energetico sostenibile per l’alimentazione elettrica delle componenti della rete.

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti