Ectoplasmi contemporanei

«Cosmic Landscape sembra essere emerso da una colata lavica digitale di luce… che erompe dal soffitto, da una parete, dal pavimento… liberando la sua forma complessa in aria algoritmica… Diffusa nello spazio libero, sembra raffreddarsi in una complessa spugna tridimensionale di luce… nel suo aspetto smaterializzato, i contorni si sfumano agli occhi di chi guarda […]

«Cosmic Landscape sembra essere emerso da una colata lavica digitale di luce… che erompe dal soffitto, da una parete, dal pavimento… liberando la sua forma complessa in aria algoritmica… Diffusa nello spazio libero, sembra raffreddarsi in una complessa spugna tridimensionale di luce… nel suo aspetto smaterializzato, i contorni si sfumano agli occhi di chi guarda in un chiarore tenue e soffuso, che cambia colore, e vive gioiosamente la sua natura nebulosa».

Questa breve (ma densissima) dichiarazione di Ross Lovegrove codifica, meglio di qualunque altra nostra congettura, il senso della sua nuova creazione per Artemide.

Il designer londinese lavora sul rapporto tra tecnologia digitale e forme biologiche, ma giunge a esiti che non hanno a che fare né con l’una né con l’altra sfera. Le sue forme sono semplicemente oniriche.

La linea di lampade appena presentata si struttura su sorgenti a basso consumo (fluorescenti e LED RGB). Le scocche texturate sono in metacrilato stampato a iniezione.

{GALLERY}

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti