Societa’ tra professionisti: dal Cni la guida alla costituzione

Come è noto, la Legge di Stabilità 2012 (Legge 12 novembre 2011, n. 183), con l’art. 10, commi 3-11, ha aperto la possibilità di costituire società per l’esercizio delle attività professionali regolamentate nel nostro sistema ordinistico. Su questo tema, il Centro studi del Consiglio nazionale degli ingegneri ha predisposto una guida che si configura come […]

Come è noto, la Legge di Stabilità 2012 (Legge 12 novembre 2011, n. 183), con l’art. 10, commi 3-11, ha aperto la possibilità di costituire società per l’esercizio delle attività professionali regolamentate nel nostro sistema ordinistico.

Su questo tema, il Centro studi del Consiglio nazionale degli ingegneri ha predisposto una guida che si configura come un vero e proprio vademecum per la costituzione delle società tra professionisti, offrendo un primo inquadramento sulla nuova normativa e su come la stessa si coniuga con le norme già in vigore sotto i profili civilistici, fiscali, deontologici.

Le nuove disposizioni definiscono un quadro normativo che consente l’esercizio delle professioni in forma societaria e allo stesso tempo garantiscono che le prestazioni siano eseguite esclusivamente dai soci in possesso dei requisiti richiesti per l’esercizio della professione e che sia sempre individuabile il professionista responsabile dello svolgimento della prestazione.

C’è dunque una distinzione concettuale tra il soggetto che esercita l’attività professionale e l’esecutore della stessa. L’attività potrà essere esercitata dalla società tra professionisti, ma la sua esecuzione dovrà essere affidata esclusivamente a un professionista abilitato.

Societa' tra professionisti: dal Cni la guida alla costituzione Scarica la guida

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti