Legge di delegazione europea 2015: la delega è anche sulle fonti rinnovabili

Tra i temi interessati dalla legge di delegazione europea ci sono anche le fonti rinnovabili. Vediamo quali sono le novità

Il prossimo 16 settembre la legge di delegazione europea 2015  sarà in vigore, pertanto anche per le fonti rinnovabili (così come per i prodotti da costruzione  e per i prodotti inquinanti) si darà ufficialmente inizio alla riforma organica delle norme che regolano la partecipazione dell’Italia alla formazione e all’attuazione della normativa e delle politiche dell’Unione europea in tema di rinnovabili.

La norma che tratta delle rinnovabili è l’art. 16 della legge, nella quale viene descritta la delega specifica data al Governo per delineare gli strumenti normativi da sottoporre al parere delle commissioni parlamentari competenti.

Nell’attuare la direttiva 2015/1513, relativa alla qualità della benzina e del combustibile diesel e sulla promozione dell’uso dell’energia da fonti rinnovabili, il Governo dovrà ispirarsi oltre che ai principi e ai criteri generali, anche a criteri e principi specifici per la materia.


La peculiarità di questa delega sta nel fatto che il Governo dovrà adottare le medesime definizione di residui di processo e di residui da agricoltura, da acquacoltura, da pesca e da silvicoltura introdotte dalla direttiva (UE) 2015/1513, al fine di sfruttare al massimo le opportunità di produrre biocarburanti dai residui.

Inoltre, Il Governo dovrà valutare la soluzione miglior per raggiungere gli obiettivi previsti dalla direttiva 98/70/CE – riduzione con la massima gradualità possibile delle emissioni di gas a effetto serra per unità di energia prodotte durante il ciclo di vita dovute ai carburanti e all’energia forniti entro il 31 dicembre 2020- anche per mezzo dei biocarburanti utilizzabili per il settore del trasporto aereo civile, come previsto dalle modifiche introdotte dalla direttiva (UE) 2015/1513, per rispettare gli obblighi della direttiva 98/70/CE evitando la competizione tra biocarburanti e risorse alimentari.

 

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti