Superbonus: che succede se il 30% dei lavori non è completato entro il 30 settembre?

Arrivano i chiarimenti del Ministero delle Finanze sulla proroga della scadenza del termine per i lavori del nelle unifamiliari

Martedì 5 Luglio 2022


Superbonus: che succede se il 30% dei lavori non è completato entro il 30 settembre?

Superbonus: presentata al MEF un’interrogazione parlamentare, finalizzata sapere se al 30 settembre 2022, sia necessario dar prova dell’effettiva esecuzione del 30% delle opere edilizie, o possa essere sufficiente dimostrare il saldo di spesa equivalente al 30% dei lavori.

Proroga termine lavori sul Superbonus

Il Decreto aiuti (D.l. 50/2022) pubblicato in Gazzetta ufficiale lo scorso 17 maggio, ha previsto che il termine ultimo per attestare la realizzazione del 30% dei lavori complessivi negli edifici unifamiliari, al fine di beneficiare del Superbonus, è ufficialmente spostato dal 30 giugno al 30 settembre 2022.

Scopo dell’intervento normativo è quello di porre rimedio ai ritardi causati alle imprese e ai committenti nell’approvvigionamento dei materiali e ai cambiamenti nella normativa che regola la cessione del credito. I lavori dovranno essere comunque ultimati entro il 31 dicembre 2022.

Slittamento oltre la proroga

Nonostante questi 87 giorni in più, c’è il rischio però che qualche impresa non faccia comunque in tempo a terminare la quota di i lavori per fine settembre. Che succede quindi se i proprietari delle unità unifamiliari non sono certi di concludere il 30% dei lavori entro il 30 settembre? Con interrogazione presentata in Commissione Finanze (n. 5-08270 del 20 giugno 2022) la deputata Vita Martinciglio ha chiesto di sapere se in caso di sforamento del termine per il completamento dei lavori al 30 settembre, i proprietari delle unità immobiliari unifamiliari possano comunque usufruire del beneficio fiscale pagamento le spese relative al 30% dei lavori entro il 30 giugno 2022. Questo perché, come si legge nel testo dell’interrogazione, i benefici fiscali si maturano sulla base dei saldi di spesa del contribuente più che sullo stato effettivo dei lavori, salvo il termine finale di ultimazione dell’opera entro 48 mesi.

I chiarimenti del MEF sulla proroga del Superbonus

L’interpretazione suggerita dalla deputata non è stata però accolta dal MEF. Per il sottosegretario al Ministero dell’Economia e delle Finanze,, Maria Cecilia Guerra, per usufruire del Superbonus non basta il pagamento dell’importo pari al 30% dei lavori complessivi se non sono stati anche effettuati i corrispondenti lavori. Dunque il 30% si riferisce ai lavori effettivamente realizzati e non ai saldi di spesa. Però, aggiunge il Ministero, nel computo del SAL per arrivare a quota 30% non devono essere conteggiati solo i lavori ammessi a Superbonus, ma possono essere inclusi anche i lavori edilizi che sono esclusi dal beneficio fiscale.

Sara Occhipinti

Avvocato del Foro di Firenze. Patrocinante in Cassazione. Si occupa prevalentemente di reati d'impresa, diritto dell'ambiente, reati edilizi. Segue con interesse l’evoluzione della giustizia verso un modello conciliativo. Matura la propria esperienza in ambito penale, come Vice Procuratore Onorario presso il Tribunale di Pisa. Laureata in giurisprudenza alla Luiss Guido Carli di Roma nell’anno 2003, ha conseguito il diploma di specializzazione per le professioni legali presso l'Università di Pisa. Arricchisce le proprie competenze frequentando: il Corso di Alto Perfezionamento nel diritto degli stranieri presso l'Università di Firenze, il Corso di Alta Formazione sul diritto degli stranieri e la protezione internazionale presso la Scuola Sant'Anna di Pisa, il Corso di Alta formazione sulla gestione dei conflitti in mediazione, organizzato dall’Università di Firenze, e abilitante per il conseguimento del titolo di mediatore civile e commerciale. Nello studio di famiglia, fondato dal padre nel 1976, matura esperienza nell'ambito del diritto civile con particolare attenzione alle tecniche di risoluzione alternativa delle controversie. Svolge consulenza contrattualistica per le imprese, e nel diritto immobiliare. Nel 2013 ha pubblicato per Altalex il libro sulle Opposizioni alle Sanzioni Amministrative. MAIL avvsaraocchipinti@gmail.com PROFILO LINKEDIN

Archivio Articoli

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI