Lapo Elkann ne ha combinata un'altra

«Quando mi sono trovato di fronte all’opportunità di progettare un elemento d’arredo, mi è sembrato naturale trarre inspirazione dalle mie origini: il mondo dei motori. A questo punto ho colto l’occasione per mostrare a tutti la poesia che si nasconde nelle componenti meccaniche. Non ho potuto fare a meno di pensare anche a tutti quei […]

«Quando mi sono trovato di fronte all’opportunità di progettare un elemento d’arredo, mi è sembrato naturale trarre inspirazione dalle mie origini: il mondo dei motori. A questo punto ho colto l’occasione per mostrare a tutti la poesia che si nasconde nelle componenti meccaniche.

Non ho potuto fare a meno di pensare anche a tutti quei ragazzi, di ieri e di oggi, che con passione e curiosità spendono ore sui motori dei loro veicoli trasformando il proprio garage in officina.

Loro si ritrovano fra le mani dei pezzi di cui non si capisce l’uso reale, ma che stregano per la loro “estetica tecnologica”. Sto parlando di un’estetica brutale ma affascinante, perché anche un bullone può essere sofisticato e ricco come un gioiello.

Proprio per questa loro ricercatezza ho deciso di trasformarli in oggetti d’arredo, di design, che possano acquistare valore nel tempo …proprio come un’auto d’epoca».

{GALLERY}

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti