Online le statistiche catastali 2009

L’Agenzia del Territorio ha pubblicato l’analisi dei fabbricati italiani, così come censiti nella banca dati del Catasto Edilizio Urbano aggiornato al 31 dicembre 2009. Oltre 65 milioni di beni, fra unità immobiliari urbane ed altre tipologie immobiliari che non producono reddito e delle quali si forniscono: la numerosità dello stock, la sua consistenza fisica («vani», […]

L’Agenzia del Territorio ha pubblicato l’analisi dei fabbricati italiani, così come censiti nella banca dati del Catasto Edilizio Urbano aggiornato al 31 dicembre 2009.

Oltre 65 milioni di beni, fra unità immobiliari urbane ed altre tipologie immobiliari che non producono reddito e delle quali si forniscono: la numerosità dello stock, la sua consistenza fisica («vani», superfici o volumi a secondo delle categorie tipologiche) e la correlata base imponibile fiscale determinata dal Catasto (la «rendita catastale»). Di questo stock è stato anche calcolato il VIP (Valore Imponibile Potenziale) ai fini ICI, che attualmente ammonta a 2.715 miliardi di euro.

A tal proposito l’Agenzia del Territorio precisa che “nelle elaborazioni statistiche oggetto di questa pubblicazione il VIP ai fini ICI è stato ancora calcolato continuando a tenere conto del totale delle Unità Immobiliari residenziali presenti nelle province, senza distinzione fra abitazione principale e non, poiché negli archivi catastali non esiste tale informazione e quindi non è possibile conoscere numero e rendita delle abitazioni principali”.

Lo stock preso in considerazione ammonta a 65,8 milioni di unità, di cui più del 49% sono abitazioni, uno stock che, rispetto al 2008 è aumentato del 2,3% di unità immobiliari a livello nazionale.

 Scarica le statistiche

Ti è piaciuto questo contenuto?

Con la newsletter Teknoring resti sempre aggiornato.

In più, uno sconto del 20% su libri ed e-book e l’accesso ai vantaggi riservati agli iscritti.

ISCRIVITI

Potrebbero interessarti