title

BLOG

 
laptop-advertising-online

Glossario dell’advertising digitale Iab Italia | C-D

I termini più utilizzati nel mondo dell’advertising digitale spiegati dagli esperti di Iab Iab Italia, l’associazione internazionale dedicata allo sviluppo della comunicazione pubblicitaria interattiva, che ha deciso di pubblicare un utile glossario, versione italiana del glossario di Iab Us.

Si tratta, spiegano da Iab, di un progetto interattivo: chiunque può contribuire sottoponendo nuovi termini con le relative definizioni o proponendo modifiche ai termini già presenti. Tutti i nuovi termini segnalati e le modifiche proposte a quelli già esistenti verranno prese in carico mensilmente da un comitato scientifico, che procederà al vaglio delle segnalazioni e all’implementazione di quelle giudicate idonee.

C

CDN

vedi content delivery network

CGI script

(Common Gateway Interface)

Script che consente a un utente di trasferire dei dati a un server Web, comunemente basato su protocollo web. In particolare, gli script CGI sono utilizzati con dei form come dei menu a tendina o delle finestre in cui inserire un testo e poi confermare l’invio. L’input proveniente dal form è elaborato da un programma (lo script CGI stesso) su un server web remoto

CPA

(Cost-per-Action)

Costo di un messaggio pubblicitario basato su un’azione specifica effettuata da un visitatore in risposta al messaggio. Le “azioni” includono transazioni commerciali, acquisizione di consumatori o un clic.

CPC

CPC è l’abbreviazione di Cost-per-Click e Cost-per-Customer. Controlla il termine specifico di cui hai bisogno.

CPC (Cost-per-Click)

CPC o cost-per-click è il costo di un messaggio pubblicitario basato sul numero di clic ricevuto

CPC (Cost-per-Customer)

CPC o Cost-per-customer è il costo che un’azienda pubblicitaria paga per acquisire un consumatore

CPC (Cost-per-click)

vedi CPC

CPL (Cost-per-lead)

Costo di un messaggio pubblicitario basato sul numero di file (lead) ricevuti nel proprio database

CPM (Costo per mille)

Costo per 1.000 impression. Es. un sito che carica 1.500 euro per annuncio e riporta 100.000 impression ha un CPS di 15euro (euro1,500 diviso per 100).

CPO

(Cost-per-Order)

Costo di un annuncio pubblicitario basato sul numero di ordini ricevuti. Viene chiamato anche Cost-per-Transaction.

 

CPS

(Cost-per-Sale)

Costo sostenuto dall’azienda pubblicitaria per generare una transazione commerciale. Se utilizzato insieme a pianificazione media, può venire offerto un cookie sul contenuto del sito che viene registrato dal sito di chi ha diffuso l’annuncio al completamento della transazione online

CPT (Cost-per-Transaction)

vedi CPO (Cost-per-Order).

CPTM (Cost per Targeted Thousand Impressions)

Presuppone che il pubblico “X” che si tenta di raggiungere risponda a particolari caratteristiche, demografiche e non, come per esempio gli uomini golfisti dai 18 ai 25 anni. La differenza tra CPM e CPTM è che il CPTM si basa su impression di pubblico targettizzato.

CRM

vedi Customer Relationship Management

CSRS

vedi Case Study Road Show

CSS (Cascading Style Sheet)

Un foglio di stile utilizzato per descrivere la presentazione di un documento scritto in un linguaggio che utilizza marcatori (mark up) Il CSS fornisce una alternativa elegante al semplice HTML per impostare velocemente il look e il mood di una pagina o di un gruppo di pagine web

Cable modem

Device che permette una connessione a internet ad alta velocità appoggiandosi su cavi televisivi

Cache

Memoria temporanea utilizzata per conservare i file delle ricerche più frequenti per velocizzare il caricamento di una pagina/contenuto/sito.

Può essere locale (conservata su un browser) o di rete. Nel caso della cache locale la maggior parte dei computer utilizzano la RAM e dischi (hard disk) per la cache

Cache busting

Processo attraverso cui siti o server forniscono contenuti o HTML per minimizzare o prevenire il rischio che browser o proxy utilizzino contenuti della loro cache. Questo processo forza l’utente di un server proxy a produrre una nuova copia per ogni richiesta. In più cache busting è utilizzato per fornire un conteggio più accurato delle richieste degli utenti

Cached ad impressions

 

Trasferimento di un messaggio pubblicitario da un browser alla cache locale o nella cache di un server proxy. Quando un utente richiede la pagina che contiene il messaggio salvato nella cache, quest’ultimo viene visualizzato più rapidamente perché salvato in precedenza.

Caching

Processo di salvare un elemento web (pagina o messaggio pubblicitario) per un utilizzo successivo. Sul web questo salvataggio viene normalmente effettuato in due sezioni: il browser dell’utente e un server proxy. Quando un utente richiede un elemento web, il browser controlla di averlo nella sua cache; lo stesso fa il proxy, seguito dal server. Il caching serve a ridurre il traffico su una rete, aumentandone le prestazioni

Campaign

Nel marketing tradizionale una campagna è una serie di messaggi pubblicitari sostenuti dalla stessa idea creativa e dallo stesso tema. In advertising digitale, campagna si riferisce a una serie di acquisti di spazi pubblicitari da un network o da un editore.

Chat

Comunicazione online interattiva tra due o più persone sul web. Consente di “parlare” in tempo reale con altre persone in una chat room, normalmente digitando messaggi o tramite protocollo video o vocale.

Chat room

Area online in cui diverse persone possono comunicare tra loro in tempo reale.

Click

Un “’click” può indicare numerosi concetti:

Click-stream

1) percorso elettronico che un utente fa navigando da un sito all’altro e da una pagina all’altra all’interno di un sito

2) insieme complessivo di dati che descrivono la sequenza di attività tra il browser dell’utente e ogni altra risorsa internet, come un sito web o un server

Click-through

Misurazione dei clic di un utente su un link che reindirizza l’utente verso un’altra destinazione web

Click-within

Concetto simile al click down o click. Più comunemente, si parla di click-within per descrivere dei messaggi pubblicitari che consentono all’utente di ridurre l’annuncio e cliccare, restando nel messaggio, senza lasciare il sito in cui si sta navigando

 

Click Fraud

La click fraud è un tipo di reato che si verifica quando una persona, uno script automatico o un programma imitano il comportamento di un utente reale che, in ambienti di pay-per-click, clicca su un messaggio generando un costo senza avere reale interesse nel link pubblicitario

Click rate

Rapporto fra il numero di clic e quello di impression

Clickstream Data

Il Clickstream è la registrazione dei clic di un utente che naviga nel web. Quando l’utente clicca su un punto della pagina, la sua azione viene registrata su un client o su un server web, come anche sul browser o su server di advertising. L’analisi dei dati del clickstream può essere utilizzata per creare un profilo utente che aumenti la capacità di previsione di quali persone visitano il sito di una compagnia o acquisteranno su un sito di e-commerce

Client

La parola client può riferirsi sia a un computer che a un programma installato su un computer che contatta un server in rete, generalmente in internet. Un client normalmente stabilisce connessioni con dei server in risposta ad attività o impostazioni di un operatore umano.

Client-initiated ad impression

Uno dei due metodi utilizzati per i conteggi dei messaggi pubblicitari. Il contenuto pubblicitario viene inviato all’utente attraverso due modalità: server-initiated e client-initiated. La modalità client-initiated di conteggio di messaggi pubblicitari è basata sulle richieste, le cancellazioni e i reindirizzamenti di contenuti dell’utente sul browser. Le organizzazioni che utilizzano la modalità di conteggio client-initiated si rivolgono al server di chi pubblica gli annunci pubblicitari o a un server terzo, successivamente a una richiesta o in uno step successivo del processo. Vedi server-initiated ad impression.

Client side

Client side si riferisce alle attività svolte sul client, anziché sul server. Es. sono attività lato client il conteggio e i reindirizzamenti lato client.

Co-op advertising

Creazione di messaggi pubblicitari da parte di un soggetto (di solito un retailer) che fa un riferimento specifico a un secondo soggetto (di solito un fornitore) per cui il secondo soggetto coprirà il costo di una parte o del messaggio completo

Codec

Abbreviazione di compressor/decompressor. I codec sono algoritmi utilizzati dai computer per comprimere le dimensioni di un file audio, video o immagine perché possa essere inviato su una rete di

 

dati o archiviato su un computer. QuickTime di Apple, Windows Media Video di Microsoft e MP3 sono esempi di codec molto comuni

Committee

Un comitato IAB è un gruppo di membri che si incontra per controllare lo stato di un progetto e capire quali direzioni imboccare all’interno dell’industria pubblicitaria. Un comitato che generalmente viene amministrato da un Gruppo di Consiglieri scelti tra i membri IAB.

Comunicazione

Attività di veicolazione delle informazioni da o verso persone o gruppi. Esempi di comunicazione online includono email, messaggistica istantanea, messaggistica di testo (SMS) e messaggistica di gruppo.

Errore di comunicazione

Impossibilità di un browser/server web di richiedere o trasferire un documento o informazione.

Companion Ad

(Pubblicità correlata)

Sia con i linear video ads che con i non-linear video ads è possibile associare al video principale, sottoforma di pubblicità correlata, un altro contenuto che può essere ragionevolmente riferito ad esso. Spesso si tratta di testo, display ads, annunci rich media o skins che creano una cornice intorno al video, e possono scorrere affiancando uno o entrambi i video e contenuti pubblicitari. Lo scopo primario delle pubblicità correlate è di offrire all’inserzionista visibilità attraverso l’esperienza che dà il contenuto del video. I companion ads possono essere direttamente cliccabili, avere formati rich media, oppure offrire ulteriori opportunità di engagement attraverso l’espansione in pagina.

Completati

I completati si riferiscono a quei video che sono stati visti fino alla fine.

Content (Site/Page)

(Contenuto – Sito/Pagina)

Il contenuto di un sito è costituito dalle componenti testuali, visuali o uditive che un utente può incontrare durante la navigazione sul sito stesso. Può includere, tra le altre cose: testo, immagini, suoni, animazioni e video. Il contenuto web è dominato dal concetto di “pagina”, perciò molte pagine dal contenuto correlato formano tipicamente un sito.

Content delivery network

Servizio che ospita le risorse online e fornisce la gestione dei contenuti attraverso server dislocati in diverse parti del mondo, in modo da ridurre i tempi di download e caricamento per gli utenti.

Content distribution network

Si veda Content delivery network.

 

Content integration

Pubblicità intrecciata con contenuto editoriale o ben integrata all’interno del contesto. Nota anche come “Web advertorial”.

Contextual ads

I motori esistenti di contextual ads inviano gli annunci di testo e immagine verso le pagine di contenuto non di ricerca. Gli annunci sono legati a keyword estratte dal contenuto. Gli inserzionisti possono fare leva sull’esistente sistema di ricerca a pagamento keyboard-based per guadagnare l’accesso ad un pubblico più ampio.

Contextual targeting

Targettizzare il contenuto che riguarda uno specifico argomento, in base a quanto determinato da una tecnologia che analizza il contesto.

Conversione

La conversione si ottiene quando l’utente attua la specifica azione che l’inserzionista aveva definito essere l’obiettivo della campagna. Le conversioni sono spesso tracciate attraverso conversion pixel.

Conversion Pixel

Vedi Conversion pixel

Conversion pixel

Un conversion pixel è uno specifico tipo di “elemento-tracciatore” che viene inserito all’interno di una pagina per rilevare se un utente ha compiuto una specifica azione come un acquisto o una registrazione. Tale azione dell’utente è considerata una conversione.

Conversion rate

(Tasso di conversione)

La percentuale di utenti che compiono l’azione desiderata (es. acquisto o registrazione), calcolata sul totale degli utenti esposti ad un certo messaggio.

Cookie

Un cookie, noto anche come HTTP cookie, web cookie o browser cookie, è una stringa di testo inviata dal web server al browser utilizzato dall’utente. Tale stringa viene inviata nuovamente indietro dal browser al web server nelle successive interazioni.

Cookie matching

Metodo che consente l’associazione di dati collegando l’identificativo utente di una società a quello di un’altra società.

Cookie buster

Software che blocca il collocamento di cookie sul browser dell’utente.

 

Core ad video

Risorsa video fondamentale, spesso riproposta dall’offline. Può essere riprodotta direttamente nel lettore video, oppure all’interno di una interfaccia personalizzata.

Cost Per Unique Visitor

Il costo totale della posizione o dell’applicazione, diviso il numero di visitatori unici.

Count audit

Si veda Activity audit.

Crawler

Si veda Web Crawler.

Creative Retargeting

Un metodo che consente agli inserzionisti di far vedere un particolare messaggio ai visitatori che in precedenza erano stati esposti o avevano interagito con la creatività degli inserzionisti.

Cross-Site Publisher Analytics

Servizio che fornisce metriche standardizzate e misurazioni dei diversi siti di un editore/azienda.

Cross-Site Advertiser Analytics

Software o servizio che consente ad un inserzionista di ottimizzare e monitorare il successo del contenuto creativo sulle pagine/spazi degli editori acquistati. I dati possono variare dal numero di pagine visitate, al contenuto visualizzato, agli acquisti fatti da uno specifico utente. Tali informazioni sono utilizzare per prevedere le future abitudini dell’utente e per definire il collocamento migliore per l’inserzionista.

Cross-Site Analytics

Statistiche che riguardano molti siti web. Nel mercato della pubblicità digitale, due sono i principali consumatori di questo tipo di dati: i grandi editori, che vogliono comprendere il comportamento del traffico sui loro diversi siti; e gli inserzionisti, che sono interessati a capire su quali risorse investire prima della campagna e successivamente a misurarne il successo.

Crowdsourcing

Affidare un compito normalmente portato avanti da un imprenditore o impiegato, ad un gruppo di persone tipicamente indefinito ed ampio e che risponde in modo libero e volontario alla richiesta.

Customer Relationship Management (CRM)

L’insieme delle pratiche di business che guida le interazioni dell’azienda con i clienti attuali e potenziali in tutte le aree, dalle vendite, al marketing e ai programmi fedeltà, fino ai servizi post-vendita di customer service e assistenza tecnica.

 

Cyber cafè

Locali pubblici come bar o caffè in cui sono a disposizione computer con accesso ad Internet.

_____________________________________________________________________

TAGS > , , ,

Sorry, the comment form is closed at this time.

mautic is open source marketing automation